• Armi Italiane

    Armi Italiane

    Nasce il nuovo portale di riferimento per le Armi Italiane!
  • Bernardelli Hemingway

    Bernardelli Hemingway

  • Bernardelli Mega

    Bernardelli Mega

  • Beretta 98FS

    Beretta 98FS

  • Coltelli di pattada - Sardegna

    Coltelli di pattada - Sardegna

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Banner Beretta
Tiro Sportivo

Tiro Sportivo (4)

14 Dicembre 2018

Vicenza, 28 novembre 2018 – Torna HIT Show, da sabato 9 a lunedì 11 febbraio 2019 alla Fiera di Vicenza. Il Salone internazionale firmato da Italian Exhibition Group e dedicato a caccia, tiro sportivo e cinofilia venatoria ha preparato alcune novità per gli appassionati, in particolare un’offerta ancora più ricca di prodotti e tecnologie innovative per gli sportivi che amano vivere appieno la natura e le diverse dimensioni dell’outdoor.

Leggi tutto...
10 Ottobre 2016

Tra le novità presentate alla HIT di Vicenza, non potevano mancare News della Bornaghi nel campo del munizionamento.
Considerando uno degli slogan dell’Azienda che recita “Born to win” e la storia ben nota di successi sia in campo Venatorio che nel Tiro a Volo, la Bornaghi, ha presentato una serie di interessanti aggiornamenti su alcuni modelli.

Testo e foto di Cesare Ricciarelli

Carlo TaniSegnaliamo i più innovativi.
Nel ramo Caccia sono state effettuate modifiche alla notissima Pigeon. Questa bella cartuccia, nata qualche tempo fa ed assai apprezzata sia nel Tiro che nella Caccia, si presenta in due versioni:

  • Pigeon 36 grammi con piombo dallo 0 all’8 – bossolo 20/70 – borra/guaina con sugherino tagliata in macchina. La cartuccia così caricata presenta una minor deformazione del piombo e garantisce ottime prestazioni balistiche anche sulla lunga distanza. La nuova polvere utilizzata è la Tecna, valida anche in caso di temperature molto rigide.
  • A questa si aggiunge la classica Pigeon Paper 36 grammi – con bossolo 20/70 in cartone e Piombo n.5-7-8.

Queste cartucce hanno una storia decisamente nota visto che erano nate per il Tiro al Piccione sul quale hanno ottenuto successi importanti. Potenti, dalle ottime prestazioni, sono l’ideale per una caccia tradizionale dove il top della rosata e la perfezione balistica rappresentano un punto di forza per chi esige qualità.

Nel campo del Tiro a Volo, le novità riguardano uno dei modelli di punta di Bornaghi per la Fossa Olimpica, che è la STAR. Questa cartuccia velocissima, ha ottenuto dalla sua prima immissione sul mercato importanti successi in pedana, ma ora sono due i modelli che sono stati presentati con accorgimenti che ne hanno reso ancora più performante la resa.

La prima modifica è stata effettuata introducendo sulla prima cartuccia della nuova versione una particolare borra Biorientabile (da qui il nuovo nome STAR BIOR riportato sul fondello in colore blu molto ben leggibile).

Grandi innovazioni nella componentistica

Grazie all’inserimento della nuova borra Discovery VM, la cartuccia ha migliorato e non poco la sua Performance. Questo nuovo modello è stato creato per favorire i Tiratori che dispongono di una fucilata molto veloce. Di fatto la rosata della STAR-BIOR si apre prima rispetto alla versione classica e a detta di Marco Venturini, il campione che l’ha progettata, questo non significa che la rosata diventi troppo larga, ma mantiene buone percentuali addirittura a distanze superiori.
La cartuccia, dalle prove da noi eseguite, si dimostra efficace sui piattelli della Fossa Olimpica. Il test da noi fatto ha permesso di constatare buone rotture già sui 24-25 metri, confortate in pieno dalle rosate ottenute su placca alla stessa distanza , ma successivamente anche aumentandola sopra i 25-30 metri. Considerato che il test lo abbiamo effettuato con un Beretta DT11 ( **/ *) con canne da 76 cm. quindi di lunghezza e strozzatura classica per il Trap, siamo rimasti soddisfatti delle prestazioni, sulle quali avevamo un minimo di dubbio prima di iniziare il Test.
La struttura della rosata infatti, si presenta nel Test con una costante e ghermita distribuzione di pallini osservata a più riprese anche a secco, nel Tunnel di prova. Dalle prove effettuate si vede chiaramente come la distribuzione ed il diametro risultino maggiori già a bassa distanza, ma che di fatto questa è mantenuta in modo quasi integrale anche incrementando il metraggio del Test.
Pur avendo effettuato una delle serie con la medesima cartuccia anche nella seconda canna, abbiamo successivamente preferito utilizzare la classica Star da 28 grammi con borra normale che conoscevamo poter garantire rosate piene ben oltre i 30 metri. Questa è stata una nostra scelta nel corso del test di prova, non essendo ancora disponibile al tempo, la Bior da 28 grammi, prodotta dalla Bornaghi nei giorni successivi.
Un'altra considerazione positiva sulla efficacia della cartuccia Bior, l’abbiamo anche riscontrata facendo un ulteriore test, quasi occasionale, sul campo dello Sporting del TAV Montecatini. Abbiamo infatti affidato al Nazionale Carlo Tani, la Star Bior per una prova che come ho detto in precedenza era disponibile solo nella confezione da 24 grammi. Ebbene, abbiamo potuto osservare ottime rotture dei difficili piattelli del campo nove, e persino a lunga distanza, sia nei recuperi che nei doppietti. E’ noto che in questa specialità vengono regolarmente impiegati dosaggi da 28 g, ma chi ha fatto il test si è dimostrato estremamente soddisfatto del rendimento della Bior 24 ma anche sorpreso per la mancanza di rinculo dell’arma ( il fucile utilizzato nello Sporting era un Perazzi MX8- canne da 81- due stelle – una stella) sul quale di norma egli impiega in gara e in allenamento, solo cartucce HP con 28 grammi.
Una ulteriore considerazione che vorremmo fare, è che considerata l’estrema velocità della STAR-BIOR e la più rapida apertura della rosata a distanza più breve, siamo del parere che questa cartuccia potrebbe essere utilizzata per questa sua caratteristica anche nel campo del Double Trap, considerando che al primo piattello di questa specialità, si tende a sparare ad una distanza più breve e molto velocemente. Ovviamente il pallino, attualmente utilizzato come 7 ½, dovrebbe essere in questo caso di dimensioni maggiori. Ma questa ovviamente è solo una nostra impressione considerando l’esperienza da noi fatta per anni nel DoubleTrap.
La velocità della Bior si attesta sui 425 m/s mentre la pressione è appena più alta rispetto alla versione Discovery che abbiamo provato subito dopo.

Questo secondo modello “Discovery VM” è invece una evoluzione della precedente versione della Star, assai nota sulle pedane, come detto in precedenza.
Grazie all’inserimento della nuova borra Discovery VM, la cartuccia ha migliorato e non poco la sua Performance. Le velocità rimangono infatti quasi identiche rispetto alla precedente versione, ma la rosata appare ben distribuita anche a distanza ed il rinculo decisamente inferiore.

piccolaSottolineiamo le caratteristiche forniteci dalla Bornaghi:

Calibro: 12 in 24 e 28 grammi
Fondello: 20 mm
Bossolo: 70
Piombo: 7 ¼
Velocità V1 (misurata a 2,5 mt dalla bocca) = 435 m/s nella 24 g e 420 m/s nella 28
Pressione: 550 bar

Con l’utilizzo di questa nuova borra, in termini di Velocità e di basso rinculo, la STAR incrementa come detto la sua già elevata Performance, garantendo un minor contraccolpo rispetto alla cartucce ad elevata prestazione. Questo è molto utile per il maggior equilibrio dell’arma specie durante la stagione estiva, in cui forzatamente aumentano i problemi correlati alle elevate temperature, ed in particolare, nel corso di competizioni molto lunghe.
Considerando anche l’ottima distribuzione della rosata, riteniamo che si tratti di modifiche di notevole utilità pratica, utilissime tra gli appassionati del Trap. Le cartucce fra l’altro, sono state studiate da quel grande Tiratore che è stato ed è ancora Marco Venturini, apprezzatissimo consulente della Bornaghi.
Visto come spara ancora, credo proprio sia il caso di fidarsi!

Concludendo, con l’uscita di questi nuovi modelli della Star, si viene perfettamente a completare il quadro dell’intera gamma, che viene incontro come sempre alle esigenze di ogni tiratore, secondo le intenzioni dell’Azienda.


diana 8 2016Articolo pubblicato su DIANA n. 8/2016

Leggi tutto...
23 Settembre 2016

Longevità senza tempo

Non c’è tiratore al mondo, dal più affermato al principiante, che non conosca le straordinarie prerogative di precisione, bilanciamento, maneggevolezza, durata dei fucili da competizione DT11 Trident Beretta.

Vincent Hancock - DT11

Nato dall’esperienza costruttiva del DT10 Trident, il sovrapposto da tiro Beretta che ha ottenuto i maggiori successi a livello internazionale il nuovo DT11 vi stupirà per le sue qualità e prestazioni.

Caratteristiche, dimensioni, peso, bilanciamento, punto d’impatto... tutto nei nuovi sovrapposti da competizione DT11 Beretta, è stato studiato, con la massima professionalità, per soddisfare le esigenze tecniche della disciplina di tiro alla quale il fucile è destinato. I pesi di tutti i componenti sono predeterminati in fase di progetto per garantire la migliore distribuzione delle rosate, il corretto bilanciamento ed il brandeggio ideale dell’arma.


Prestazioni del DT11

Prestazioni DT11L'incredibile durata e il mantenimento costante nel tempo delle prestazioni del Beretta DT11 sono garantiti:

  • Dal super affidabile sistema di chiusura con chiavistello passante.
  • Dalla maggiorazione dello spessore in corrispondenza degli specchi laterali con conseguente incremento di peso nella zona baricentrica a garanzia di maggiore stabilità nel brandeggio.
  • Dallo spessore e dalla forma degli estrattori ad ampio raggio d’azione e dei relativi comandi.
  • Dalla croce dell’astina che dispone d’una pastiglia sostituibile in materiale ad alta resistenza superficiale che garantisce, anno dopo anno, la perfetta tenuta dell’assieme croce-canna.
  • Dalle spalline di chiusura canne, sostituibili.
  • Dalla resistente finitura superficiale a base di nichel per una maggiore resistenza contro gli agenti atmosferici e all’usura.

Nuovo Look

DT11 Bascula bella ed eleganteLa bascula, slanciata ed elegante, sebbene robustissima, è arricchita dal contrasto delle parti color opaco (fianchi laterali) e i cordoncini che contornano la bascula, sapientemente lucidati a specchio.
Il Logo Beretta spicca in colore blu.

Il nuovo design della chiave di apertura, suggerito dall’esperienza dei migliori tiratori, facilita la presa, riduce lo sforzo e rende agevole l’utilizzo del fucile anche da parte di tiratori mancini.

La forma del selettore di tiro è studiata per garantire la migliore presa e il più agevole azionamento.

La bindella superiore presenta dei ponticelli di nuovo disegno che alll’interno sono cavi per migliorare il bilanciamento delle canne e favorire una maggiore dissipazione del calore in caso di surriscaldamento dei tubi.
Un battifondo nella parte superiore della bascula, realizzato finemente a mano, consente di ridurre il riflesso durante il tiro.


Nuove Canne Beretta Steelium Pro

DT11 Quando la geometria fa la differenzaSteelium Pro è la tecnologia di produzione delle canne Beretta, che permette allo speciale acciaio trilegato (A) di diventare una canna eccezionale grazie ad un processo di produzione altrettanto unico. Tramite la foratura profonda (B), la martellatura a freddo (C) ed la speciale distensione sottovuoto (D), l’acciaio acquista le caratteristiche ideali per offrire le migliori performance balistiche oggi disponibili. Non solo, le canne del DT11 Beretta vantano un nuovo profilo geometrico interno dei tubi, che dà origine ad un’unica conicità progressiva. Il risultato è:

  • evidente percezione di minor impennamento dell’arma
  • incremento di stabilita’ nel tiro
  • elevatissime performance di penetrazione e rottura del bersaglio
  • maggior rapidita’ e precisione nell’ esecuzione dei due colpi
  • Beretta è considerato il maggiore produttore di canne al mondo. Nessun produttore dedica una così forte attenzione alla scelta dell’acciaio.

Il tiratore è il nostro target...

DT11 Cainero- La semplicità e l’automatismo di sgancio del gruppo scatto avviene attraverso tre distinti, pratici azionamenti quando l’arma è in condizione di massima sicurezza, cioè aperta.
- La regolazione micrometrica della posizione del grilletto è attuabile semplicemente.
- L’attenta campanatura delle canne e il profilo superiore dei seni di bascula consentono la rapida acquisizione del bersaglio anche durante un’imbracciata istintiva. Cainero400

<< Il tiratore è il nostro Target ...>> Non è un gioco di parole, è la filosofia Beretta. Creare prodotti con in mente i loro utilizzatori, soddisfandone anche le minime esigenze, perché sul podio ci si arriva anche grazie a questi particolari.


…e le prestazioni ne sono il risultato

DT11 Sporting

- Anche il punto d’impatto è oggetto di una cura costruttiva. Mentre i modelli per Trap, Skeet e Sporting generano un punto d’impatto centrale, i modelli per Trap Americano si caratterizzano per un punto d’impatto più alto.
- Le masse sono correttamente distribuite per consentire al fucile di avere il baricentro in asse con la prima canna. Questa prerogativa annulla praticamente l’impennamento dell’arma permettendo una più veloce acquisizione del bersaglio da colpire con il secondo colpo.
- Le molle dei cani a “V” assicurano scatti netti e grande velocità di percussione.


Calcio regolabile memory system

Alcune versioni dispongono, di serie o a richiesta di calcio totalmente regolabile. questo dispositivo offre l’esclusivo vantaggio di memorizzare l’impostazione della piega ottimale e d’effettuare, di conseguenza, le successive regolazioni senza perdere le misure individuate.

DT11 Xtrap web


Dt11 molto più di un fucile da tiro

Il nuovo sovrapposto dt11 beretta è trattato in tutte le fasi di lavorazione come i fucili di lusso. questo comporta una cura maniacale di tutti gli accoppiamenti tra i diversi componenti dell’arma, sia quelli principali (bascula, canne, croce) che quelli secondari (batterie, chiave, ecc.). tale attenzione rende ogni fucile unico, consentendo di consegnare nelle mani del tiratore un prodotto collaudato e curato personalmente dai maestri armaioli della più antica e rinomata fabbrica d’armi al mondo.


Legni altamente selezionati

I legni di noce di altissima qualità sono rifiniti manualmente a seconda della scelta di ciascun tiratore (ad olio, a cera, tru oil® ecc.). la calciatura può essere adattata alle misure del tiratore. l’area zigrinata del calcio e dell’astina è definita in modo da garantire la massima presa ed è realizzata completamente a mano.

Leggi tutto...
06 Maggio 2013
La Mfour-22 è una riproduzione fedelissima della carabina militare M4 in versione semiautomatica calibro .22 LR, ideale per il tiro informale ludico e sportivo, ma che può anche avere impieghi "seri".
Leggi tutto...

Presentazioni della Settimana

  • All
  • Accessori
  • Fucili Lisci
  • Fucili Rigati
  • Munizioni
  • Pistole
  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
  • By Armi Italiane / 2013-04-21 00:00:00
    Bernardelli ha sviluppato una nuova canna “Performer” per consentire tiri utili a lunga distanza con grande regolarità di rosata e
  • By Armi Italiane / 2013-04-21 00:00:00
    4HV è la nuova cartuccia con piombo ramato al 5% di antimonio presentata in combinazione con innesco 616 GOLD. Si
  • By Armi Italiane / 2013-04-21 00:00:00
    Un fucile dedicato ad un pubblico più sportivo e raffinato, che ama la "sfida" del piccolo calibro e apprezza le
  • By Armi Italiane / 2013-04-24 00:00:00
    Questo nuovissimo sistema riduce in modo progressivo la sensazione del rinculo, si attiva in modo graduale anche con le cariche
  • By Armi Italiane / 2013-04-24 00:00:00
    Rigore progettuale, semplicità costruttiva, facilità di manutenzione e accuratezza meccanica garantiscono massima resistenza ed estrema affidabilità. La genialità del Benelli
  • By Armi Italiane / 2013-04-24 00:00:00
    I fucili semiautomatici della linea Challenge presso lo stand espositivo Pietta a Las Vegas in occasione dello SHOT Show 2012!
load more hold SHIFT key to load all load all