• Armi Italiane

    Armi Italiane

    Nasce il nuovo portale di riferimento per le Armi Italiane!
  • Bernardelli Hemingway

    Bernardelli Hemingway

  • Bernardelli Mega

    Bernardelli Mega

  • Beretta 98FS

    Beretta 98FS

  • Coltelli di pattada - Sardegna

    Coltelli di pattada - Sardegna

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Banner Beretta

Benelli: Raffaello Be Diamond

Il duemiladiciotto, in casa Benelli è inizia con il botto. La casa urbinate è uscita con un nuovo capitolo della saga dei Raffaello, il semiautomatico di punta dell’azienda.

Il Raffaello Be Diamond, segna la messa in campo di una nuova tecnologia realizzata dai geniali tecnici di casa Benelli, il Be S. T., un trattamento esterno destinato a conferire all’arma la bellezza e la resistenza del diamante.

Ovviamente, il pezzo forte di quest’arma è lo scudo di diamante che protegge canna e fodero, ma in questo fucile c’è molto altro, a cominciare dall’estetica. Le forme sono caratterizzate da linee asciutte, snelle e slanciate che danno un’impressione anche visiva della leggerezza del fucile e della sua estrema maneggevolezza. Il Raffaello BE-Diamond è un fucile elegante e curato, pensato per essere a suo agio tanto nelle cacce di movimento come in quella agli acquatici, sempre garantendo la massima resistenza alle aggressioni che derivano dall’uso sul campo negli ambienti più ostili. Rispecchiando la volontà del mercato, per adesso si tratta di un calibro 12 camerato magnum, la cui resa balistica non soffre minimamente quando vengono sparate cartucce con bossolo di lunghezza standard, trovandosi perfettamente a suo agio con munizioni tra i 24 e i 56 grammi.

benelli raffaello 2

Un fucile per la caccia di movimento deve essere leggero e questo non solo perché minor peso significa minor fatica, ma anche perché il fucile leggero è più maneggevole, ha meno inerzia e aumenta il rendimento del cacciatore. Il Raffaello BE-Diamond con canna da 65 cm ferma l’ago della bilancia intorno a 2.900 grammi, peso ottimale per questo scopo, soprattutto perché supportato da un bilanciamento ottimale. Per gli acquatici sono a disposizione canne più lunghe e questo significa maggior peso e baricentro spostato in avanti a contrastare l’impennamento. In questa caccia le cartucce sono in genere più “potenti” e, per contrastare rinculo e rilevamento, il Raffaello BE-Diamond è dotato del sistema full comfort di terza generazione ComforTech 3. Questa nuova versione prevede una nuova geometria delle asole e delle travi del calciolo studiati attraverso programmi di calcolo e simulazione. L’utilizzo di tecnopolimeri elastomerizzati, accoppiati ad un nuovo inserto strutturalmente molto rigido e realizzato con un tecnopolimero caricato con fibra vetro, ha consentito la realizzazione di un nuovo calcio ComforTech che, pur essendo molto più deformabile del precedente, risulta robusto, resistente e supera ampiamente la prova a fatica di 100.000 cicli. 
All’atto pratico, il nuovo calcio ComforTech consente, a parità di peso dei fucili, un’ulteriore riduzione del picco massimo di rinculo sulla spalla del tiratore. Un’importante novità del sistema ComforTech 3 è il nuovo nasello intercambiabile CombTech extra soft (brevettato) che garantisce un’elevata capacità di assorbimento degli urti sulla guancia durante lo sparo in tutte le condizioni di imbracciatura dell’arma, adattandosi allo stile di ogni tiratore. Il nasello è applicato al calcio tramite un attacco rapido che con richiede l’utilizzo di attrezzi; tale peculiarità offre la possibilità di sostituirlo facilmente con altri naselli di diverse altezze e durezze. Il calcio ha una pistola molto snella che porta istintivamente il dito sul grilletto e fa assumere al polso una posizione naturale e confortevole.
Anche l’asta è tutta nuova, più snella, in modo da facilitare ulteriormente la presa e il riassetto rapido della mano. 
Le canne del Raffaello BE-Diamond disponibili nelle lunghezze 65, 70 e 75 cm, sono steel rated, camerate magnum, corredate di strozzatori Criochoke da 7 centimetri e, al pari delle altre Benelli, incorporano quelle peculiarità già note che impediscono anche il minimo spostamento dell’asse della canna sia tra un colpo e l’altro. Derivano da quelle del Raffaello Power Bore Crio, dalle quali si differenziano per l’innovativo coating BE.S.T. (Benelli Surface Treatment). La bindella è in fibra di carbonio, sormontata da un mirino ad alta visibilità, e oltre a ridurre il peso della canna ed il miraggio nel caso di surriscaldamento offre il vantaggio di non interferire col regime vibratorio e con quello espansione-contrazione. 
Per ridurre le deformazioni a carico dei pallini, in Benelli hanno lavorato sui raccordi camera-anima e anima-strozzatore, senza ricorrere a profili overbore che il più delle volte pregiudicano la resa dei caricamenti tradizionali. Come le canne Power Bore Crio, anche quelle del Raffaello BE-Diamond hanno un diametro in asta di 18,3-18,4 mm. Un semiautomatico da caccia Benelli può avere solo la chiusura geometrica a svincolo inerziale, il punto di partenza è sempre quello dell’otturatore rotante con due massicce alette di chiusura, molto vantaggioso sul piano della robustezza del complesso e della durata nel tempo. Inoltre, il cinematismo made in Urbino, oltre a mantenersi molto più veloce dei tempi di reazione di qualsiasi tiratore, ha sempre dimostrato anche di essere dotato di una elevata capacità di autoregolazione nei confronti della potenza della cartuccia. 
Il gruppo di otturazione del Raffaello BE-Diamond ricalca, in sostanza, quello dei Raffaello Power Bore / Ethos che, grazie a un suo equilibrio di masse, forze e resistenze, dovuto in primis all’appesantimento della massa inerziale, funziona correttamente con qualsiasi cartuccia standard o magnum a norma CIP con carica di pallini compresa tra 24 e 56 grammi. 
In questo modo si possono accontentare sia i patiti di colombacci e anatre che quelli che vogliono usare il loro semiautomatico sui campi di tiro a volo, compresi quelli che prevedono l’uso di munizioni subsoniche. Caricare e scaricare il Raffaello BE-Diamond è agevole e facile grazie a un’asola di caricamento ampia che aumenta lo spazio sia per l’introduzione che per l’estrazione delle cartucce dal serbatoio, un elevatore che migliora l’ergonomia del caricamento e dello scaricamento e una leva ferma cartuccia sdoppiata che consente di ridurre la forza necessaria da applicare alla leva per caricare e scaricare manualmente le cartucce dal tubo serbatoio. Il pulsante leva, che sgancia l’otturatore dalla posizione di apertura, seguendo il modello introdotto su Power Bore ed Ethos, rende molto facile l’azionamento tanto a mani nude che con i guanti. Pensati per il confort di utilizzo anche la manetta dell’otturatore ampia e il pulsante maggiorato della sicura a traversino (invertibile). La leva di discesa delle cartucce ,poi, è più facilmente raggiungibile, grazie a un apposito sguscio sulla guardia paragrilletto.

benelli raffaello 3

Benelli Surface Treatment (BE S.T.)

La nuova tecnologia Benelli che nobilita la canna, proteggendola da corrosione, abrasione, usura e agenti esterni. Niente più manutenzione e oliatura: solo bellezza, piacere e praticità. 
Che dire, come presentazione non c’è male, abbiamo voluto riportare integralmente questo slogan, che sintetizza mirabilmente quello che la Benelli ha voluto realizzare con questo nuovo rivestimento che, oltre a conferire preziosità estetica rende il fucile resistente come un diamante, inattaccabile dalla corrosione e dai graffi. Ma andiamo a conoscerlo nei dettagli. Possiamo cominciare da una importante, ovvero il fatto che si tratta di una tecnologia “green”, in quanto ha un bassissimo impatto ambientale, con scarti e reflui praticamente inesistenti.
Il procedimento, realizzato interamente nello stabilimento di Urbino, viene realizzato in un impianto che fa uso di sorgenti ioniche allo stato solido di ultima generazione, che permettono la deposizione di strati compatti e privi dei difetti puntiformi, che potrebbero rappresentare porte d’accesso per la corrosione. Un’altra sezione dell’impianto utilizza una sorgente di plasma a radiofrequenza in grado di dissociare i precursori gassosi che vengono introdotti in camera, in modo da creare le condizioni per la loro deposizione. A concludere il processo concorre un precursore liquido top secret, che viene vaporizzato prima di entrare in camera. Quest’ultimo precursore liquido, detto anche diamantoide, è la chiave per realizzare uno strato esterno con caratteristiche simili al diamante, in quanto contiene catene di idrocarburi in cui il carbonio forma legami di tipo sp3, caratteristici per l’appunto del diamante. 
Anche dopo il trattamento di deposizione è necessaria una serie di operazioni per dare al rivestimento l’aspetto estetico finale, che lo rende brillante, elegante, piacevole alla vista e al tatto, simile, appunto, al più prezioso dei gioielli. II suo colore, misurabile mediante uno spettrofotometro, è il nero assoluto: privo di tinta e così intenso che, al suo confronto, una canna brunita sembra grigia.
Prima dell’immissione sul mercato, ovviamente il prodotto è stato sottoposto a test di caccia negli ambienti più estremi. Luoghi dove caldo, freddo, umidità e salinità fossero in grado di mettere a dura prova le parti soggette a corrosione. Ebbene, dopo 3 anni, l’esito è stato stupefacente, con le canne ancora come nuove e la valutazione dei cacciatori coinvolti è stata eccelsa, sia dal punto di vista estetico sia da quello funzionale.

Vota questo articolo
(0 Voti)
  • Ultima modifica il Venerdì, 15 Febbraio 2019 15:30
  • dimensione font
Altro in questa categoria: « S.I.A.C.E. Benelli Ethos 20 »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Presentazioni della Settimana

  • All
  • Accessori
  • Fucili Lisci
  • Fucili Rigati
  • Munizioni
  • Pistole
  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
  • By Armi Italiane / 2013-04-21 00:00:00
    Bernardelli ha sviluppato una nuova canna “Performer” per consentire tiri utili a lunga distanza con grande regolarità di rosata e
  • By Armi Italiane / 2013-04-21 00:00:00
    4HV è la nuova cartuccia con piombo ramato al 5% di antimonio presentata in combinazione con innesco 616 GOLD. Si
  • By Armi Italiane / 2013-04-21 00:00:00
    Un fucile dedicato ad un pubblico più sportivo e raffinato, che ama la "sfida" del piccolo calibro e apprezza le
  • By Armi Italiane / 2013-04-24 00:00:00
    Questo nuovissimo sistema riduce in modo progressivo la sensazione del rinculo, si attiva in modo graduale anche con le cariche
  • By Armi Italiane / 2013-04-24 00:00:00
    Rigore progettuale, semplicità costruttiva, facilità di manutenzione e accuratezza meccanica garantiscono massima resistenza ed estrema affidabilità. La genialità del Benelli
  • By Armi Italiane / 2013-04-24 00:00:00
    I fucili semiautomatici della linea Challenge presso lo stand espositivo Pietta a Las Vegas in occasione dello SHOT Show 2012!
load more hold SHIFT key to load all load all