Banner Beretta
Ussaro Mod. 1786 Commemorativo

Ussaro Mod. 1786 Commemorativo

0.0/5 di voti (0 voti)

Descrizione

Gli ussari, reparti della cavalleria leggera, erano incaricati di scortare i convogli, esplorare le linee nemiche, porsi come avanguardia o copertura dei reggimenti. L’arma da spalla creata per tali reparti, leggera e di facile impiego, nasce nel 1767 nell’arsenale di Charleville. Dopo l’adozione del sistema 1777 si studiano nuove varianti e nel 1786 si giunge al modello definitivo, prodotto negli arsenali di Saint-Etienne, Charleville e, fino al 1815, in quello di Maubeuge.
L’acciarino, marcato con il riferimento dell’arsenale di Saint-Etienne, è quello del tradizionale sistema An IX oramai in uso dai primi anni del 1800, ma con dimensioni intermedie rispetto a quelle della pistola da cavalleria e del moschetto da fanteria.
Questo moschetto ripropone una delle più famose fra le armi utilizzate nelle campagne napoleoniche e una delle più ambite fra i collezionisti; può essere impiegato nelle rievocazioni storiche e, per la sua maneggevolezza, anche nel tiro a segno sportivo.


Specifiche Tecniche

Calibro: 17,5 (.69)

Passo: n.d.

Lunghezza canna: 704 mm

Lunghezza totale: 1065 mm

Peso: 3,2 kg

Adatto al tiro sportivo, alla rievocazione storica e alla libera vendita

Produttore

Davide Pedersoli & C.

Davide Pedersoli & C.

La storia della Fabbrica d’Armi DAVIDE PEDERSOLI & C., fondata nel 1957 da Davide Pedersoli (1924-1996), inizia con la fabbricazione di fucili da caccia, sovrapposti caratterizzati da uno specifico brevetto e doppiette. Nel 1960 viene avviata la produzione di armi ad avancarica che, dopo circa dieci anni, assumono la caratteristica predominante dell’azienda. Nel 1973 viene interrotta la produzione dei fucili da caccia tradizionali per concentrarsi su quella di armi storiche ad avancarica e accessori, e per ampliare la gamma delle fiaschette portapolvere, la cui produzione, iniziata già nel 1960, coincide con gli albori del fenomeno avancarica delle armi ad avancarica.